SÓLIDA apre una sede in Italia

326
solida italia

La società di ingegneria specializzata in energie rinnovabili è impegnata sul mercato italiano e ha aperto una filiale a Roma come parte del suo piano di espansione internazionale.

(Comunicato stampa) Dopo aver realizzato progetti in oltre 50 Paesi e avere uffici in Spagna, Brasile e Cile e una presenza in altrettanti territori, SÓLIDA continua la sua espansione internazionale con l’apertura di un nuovo ufficio nella capitale italiana.

“Dopo la forte crescita sperimentata dalla nostra azienda in Spagna negli ultimi cinque anni, stavamo cercando di espandere la nostra presenza in altri mercati europei dove si combinavano tre ingredienti chiave: ambiziosi obiettivi di decarbonizzazione e impegno per le energie rinnovabili, vicinanza culturale e necessità di società di ingegneria specializzate in energie rinnovabili”, afferma Fernando Rueda,
Managing Partner della società di ingegneria.

Secondo gli obiettivi del PNIEC (Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima), l’Italia ha la sfida di installare 30 nuovi GW di energia fotovoltaica entro il 2030. Negli ultimi anni, l’Italia è diventata un mercato strategico per SOLIDA, che ha già partecipato a più di 50 progetti in tutto il Paese, per un totale di circa 1,5 GW. Secondo l’esperienza della società di consulenza sul mercato, la tipologia di progetti che si stanno sviluppando in questo Paese è caratterizzata da una dimensione media inferiore a quella
realizzata in altri mercati come la Spagna, ma che comporta un livello di complessità tecnica più elevato, in quanto tendono ad avere una topografia irregolare.

Questo è uno dei punti in cui SÓLIDA può fornire un valore aggiunto, in quanto l’azienda si è specializzata nel fornire soluzioni fattibili a questo tipo di problemi in diverse aree geografiche. Negli ultimi anni, SÓLIDA ha investito molto in sviluppi tecnologici proprietari che, insieme al suo know-how e al suo talento umano, l’hanno posizionata come azienda leader nell’ingegneria delle energie rinnovabili
in numerosi mercati, essendo in grado di fornire ai suoi clienti soluzioni progettuali che consentono di ottenere importanti risparmi sui costi in fase di esecuzione e persino di migliorare la produzione energetica degli impianti durante il funzionamento.

“Stiamo mettendo alla prova tutta questa esperienza accumulata in Italia, dove non si tratta solo di risolvere problemi complessi in fase di realizzazione, ma anche di adattarsi a nuovi paradigmi: la compatibilità dell’uso di terreni scarsamente disponibili (agrovoltaico) e l’accumulo di energia per migliorare la capacità delle reti”, spiega il partner SOLIDA.

Alla domanda sulle prossime tappe della sua strategia di internazionalizzazione, SÓLIDA afferma che “monitoriamo attentamente i macro ambienti e l’evoluzione delle politiche energetiche in mercati chiave come Colombia, Messico, Portogallo, Regno Unito, Medio Oriente e Australia, dove non escludiamo di muoverci nel breve e medio termine”.