La crescita esplosiva delle batterie di accumulo energetico in California: un’opportunità per il fotovoltaico

398
ccumulo energia in California
Credit: Canary Media

Negli ultimi anni la California è stata una delle regioni leader nell’ambito della transizione verso l’energia pulita, ed anche con lo storage mantiene un ruolo di apripista.

Canary Media, fonte autorevole di dati sulla transizione all’energia pulita, ci fornisce uno sguardo dettagliato sull’evoluzione del settore energetico californiano, con un’enfasi particolare sulle batterie di accumulo energetico, che stanno emergendo come una delle tecnologie chiave per la transizione verso un sistema energetico più sostenibile.

Secondo i dati forniti da Canary Media, la capacità di accumulo energetico della California è aumentata in modo impressionante, crescendo di dieci volte negli ultimi tre anni. Questo incredibile aumento è stato trainato principalmente dalle batterie di rete, che sono diventate una risorsa fondamentale nel sistema energetico dello stato. Secondo un recente rapporto del California Independent System Operator, l’ente che coordina le operazioni di rete per la maggior parte dello stato dorato, la capacità delle batterie è cresciuta da 500 megawatt nel 2020 a 5.000 megawatt entro maggio, rappresentando il 7,6% della capacità nominale del sistema elettrico.

La corsa delle batterie vince su tutti

Questo rapido aumento della capacità delle batterie di rete sta avvenendo più velocemente rispetto a qualsiasi altra forma di generazione elettrica. Le batterie stanno svolgendo un ruolo cruciale nell'assorbire l'energia solare durante le ore più soleggiate e restituendola alla rete dopo il tramonto, quando l'energia è più costosa e carbon-intensiva. Questo è particolarmente importante per garantire una fornitura energetica affidabile durante le ore serali, quando la produzione solare diminuisce e la domanda di energia è ancora elevata.

Le batterie di accumulo energetico hanno già dimostrato il loro valore in California durante la cruciale ondata di calore di settembre 2022, contribuendo a rafforzare la rete elettrica durante le ore serali di picco di consumo. L'arrivo di ulteriori batterie garantirà una maggiore protezione contro le carenze di energia durante le ore in cui la domanda di aria condizionata aumenta, ma la produzione solare si attenua.

Quale contesto ha consentito questa crescita dello storage?

Ma come è stata raggiunta questa fase di crescita esplosiva delle batterie di accumulo energetico in California? Tutto ha avuto inizio nel lontano 2010, quando i legislatori californiani hanno ordinato alle aziende di servizi pubblici dello stato di installare sistemi di accumulo energetico, anticipando la crescente produzione di energia rinnovabile prevista nei decenni successivi. Dopo alcuni anni per definire le regole, i regolatori hanno ufficializzato l'ordine nel 2013, richiedendo alle tre principali aziende di servizi pubblici di acquisire 1.325 megawatt entro il 2020 e installarli entro la fine del 2024.

Inizialmente, le aziende di servizi pubblici tendono ad adottare nuove tecnologie con cautela e gradualità, ma l'accumulo energetico si è dimostrato troppo utile per una lenta adozione. Quando nel 2015 è stato scoperto una perdita di gas nella struttura di stoccaggio del gas di Aliso Canyon, una quantità enorme di gas fossile era già fuoriuscita nell'atmosfera. Questa "bomba" di emissioni di gas serra ha ridotto l'approvvigionamento di gas per le centrali elettriche della California meridionale, sollevando preoccupazioni di black-out durante l'estate successiva.

Le batterie di accumulo energetico si sono rivelate gli unici strumenti pronti per essere dispiegati abbastanza velocemente per evitare black-out. Diversi sviluppatori hanno vinto contratti e costruito progetti entro quattro mesi; le batterie di Aliso Canyon hanno aggiunto 100 megawatt, una cifra considerevole all'epoca. Hanno contribuito ad evitare black-out quell'estate, preparando il terreno per l'ampia adozione che lo stato sta vivendo oggi - uno sviluppo cruciale per affrontare le carenze di energia causate dalle ondate di calore.

Per fortuna per la California, gli sviluppatori hanno già costruito quasi quattro volte l'obiettivo originale di accumulo energetico dello stato, più di un anno prima della scadenza dei termini che si erano fissati. Questo rappresenta un successo significativo nella realizzazione di una rete energetica più resiliente e sostenibile.

In questo contesto, i tecnici del fotovoltaico giocano un ruolo fondamentale. Le batterie di accumulo energetico si integrano perfettamente con i sistemi fotovoltaici, consentendo di immagazzinare l'energia solare prodotta durante le ore di luce del giorno per utilizzarla quando è più necessaria. Questa sinergia tra fotovoltaico e batterie rappresenta un passo avanti fondamentale nella transizione verso un sistema energetico più pulito e affidabile.

In conclusione, la crescita esplosiva delle batterie di accumulo energetico in California è una testimonianza della rapida evoluzione del settore energetico, che va verso fonti di energia più sostenibili. Questa tendenza offre opportunità significative per i tecnici del fotovoltaico, che possono contribuire in modo cruciale a integrare l'energia solare nei sistemi di accumulo energetico, contribuendo così a creare una rete energetica più resiliente e adattabile alle sfide del futuro.