La più grande stazione al mondo di accumulo di energia con batterie a flusso è operativa

341
impianto accumulo
Image by DICP (Credit : Cinese academy of Science)

La centrale elettrica da 100 MW di Dalian Flow Battery Energy Storage Peak-shaving, con la più grande potenza e capacità al mondo, collegata alla rete a Dalian, in Cina a settembre scorso, è operativa.

Questo progetto di accumulo di energia è supportato tecnicamente dal gruppo del prof. LI Xianfeng dell’Istituto di fisica chimica di Dalian (DICP) dell’Accademia cinese delle scienze. E il sistema è stato costruito e integrato da Rongke Power Co. Ltd. 

La Dalian Flow Battery Energy Storage Peak-shaving Power Station è stata approvata dall’Amministrazione nazionale cinese per l’energia, nell’aprile 2016. Come primo progetto dimostrativo nazionale di accumulo di energia chimica su larga scala, alla fine produrrà 200 megawatt (MW)/800 megawatt -ore (MWh) di elettricità. 

La prima fase del progetto della centrale elettrica in rete è di 100 MW/400 MWh. Sulla base del consumo medio giornaliero di elettricità della Cina di 2 kWh pro capite, la centrale elettrica può soddisfare la domanda giornaliera di elettricità di 200.000 residenti, riducendo così la pressione sulla fornitura di energia durante i periodi di punta e migliorando l’affidabilità dell’approvvigionamento energetico nella regione meridionale di Dalian.

La tecnologia di accumulo dell’energia può aiutare i sistemi di alimentazione a raggiungere la capacità di sollecitazione e di risposta necessarie dopo l’accesso su larga scala alla rete elettrica. È anche particolarmente importante per facilitare l’uso dell’energia rinnovabile, che è fondamentale per aiutare la Cina a raggiungere i suoi obiettivi di riduzione della CO2, ma non è sempre accessibile a causa delle variazioni del vento e della luce solare, ecc.

La Dalian Flow Battery Energy Storage Peak-shaving Power Station, che si basa sulla tecnologia di accumulo di energia della batteria a flusso di vanadio sviluppata da DICP, fungerà da “power bank” della città e svolgerà il ruolo di “taglio dei picchi e riempimento delle valli” attraverso l’energia sistema, aiutando così Dalian a sfruttare l’energia rinnovabile, in particlare quella eolica e solare. 

Queste fonti di energia rinnovabile saranno utilizzate per caricare le batterie della stazione durante il periodo di valle del carico di rete convertendo l’energia elettrica in energia chimica immagazzinata nella batteria. Successivamente, al picco di carico della rete, l’energia chimica immagazzinata verrà riconvertita in energia elettrica e trasmessa agli utenti. 

La tecnologia di accumulo di energia della stazione utilizza gli ioni di vanadio a vari stati di valenza. L’energia elettrica e l’energia chimica vengono convertite avanti e indietro attraverso le reazioni redox di questi ioni negli elettroliti positivi e negativi, realizzando così l’immagazzinamento su larga scala e il rilascio di energia elettrica. 

Questa tecnologia (articolo del link in inglese) è promettente nelle applicazioni di accumulo di energia su larga scala grazie alla sua eccellente sicurezza, buona affidabilità, grande potenza di uscita e capacità di accumulo, lunga durata, buon rapporto costo-prestazioni, uso di elettroliti riciclabili e compatibilità ambientale. 

Inoltre, questa tecnologia può funzionare con l’energia termica convenzionale, l’energia nucleare e altre fonti di energia, fornendo la regolazione dei picchi e la regolazione della frequenza per il sistema di alimentazione, oltre a migliorarne la flessibilità. 

La centrale elettrica di Dalian Flow Battery Energy Storage Peak-shaving migliorerà il rapporto di connessione alla rete di energia rinnovabile, bilancerà la stabilità della rete elettrica e migliorerà l’affidabilità della rete elettrica, fungendo così da modello per la rasatura dei picchi dell’elettricità e l’energia rinnovabile gestione della rete in Cina.