Fotovoltaico contro il cambiamento climatico in Antartide

236
fotovolltaico antartica
Credit: BISOL

I moduli solari BISOL prodotti al 100% nell’UE sono stati installati per alimentare la prima stazione di ricerca a emissioni zero in Antartide

Anche se i moduli solari BISOL sono presenti in più di 100 paesi in tutto il mondo, alcuni luoghi sembrano ancora irraggiungibili per la tecnologia solare: non c’è posto migliore sulla Terra dell’Antartide, per dimostrare il contrario! Quando questo traguardo internazionale viene raggiunto da un’innovativa azienda slovena, che in due decenni si è affermata come il più grande vero produttore europeo di moduli solari, la notizia sembra ancora più incredibile.

Attraverso il suo contributo di moduli solari fabbricati al 100% nell’UE, che seguono i più elevati standard di qualità di produzione, BISOL sostiene l’International Polar Foundation con sede a Bruxelles che ha progettato e costruito la prima stazione di ricerca polare a “emissioni zero”, la Princess Elisabeth Antarctica, con l’aiuto dei suoi numerosi partner e dello Stato belga. Questa stazione innovativa è alimentata da turbine eoliche, pannelli solari fotovoltaici e pannelli solari termici. Il progetto dimostra come affrontare la sfida climatica e come la tecnologia facilmente accessibile possa aiutarci a realizzare una società a basse emissioni di carbonio. Il design rivoluzionario e il concetto di energia pulita della stazione di ricerca integrano perfettamente tecnologie di costruzione passiva, impianti eolici e solari rinnovabili, insieme all’elettronica di potenza in una micro rete intelligente che offre la massima efficienza energetica.

»Siamo onorati di far parte di un progetto che condivide i valori e la missione della nostra azienda. In BISOL Group, crediamo che le aziende possano svolgere un ruolo chiave nella costruzione di un’economia e di una società sostenibili, motivo per cui prendiamo molto sul serio la nostra responsabilità nei confronti dell’ambiente e della comunità che ci circonda,« BISOL Group commenta il sostegno al progetto di importanza globale. Si sforzano di implementare un approccio sostenibile anche nel loro processo produttivo, vale a dire con 73 centrali solari di proprietà dell’azienda, BISOL produce fino a dieci volte più elettricità di quella che utilizza per la produzione di moduli solari.