Enernite si è aggiudicata il Solar Start-Up Award 2023 grazie al suo fotovoltaico facile

313
fotovoltaico facile e veloce
Foto alla fine dei Solar Start-Up Award 2023. Credit Solar Power Europe

Il fotovoltaico facile di Enernite sbanca in Europa e si aggiudica Solar Start-Up Award 2023 di SolarPower Europe

Una piattaforma digitale e collaborativa che semplifica la pianificazione e la costruzione di parchi solari: finalmente un fotovoltaico facile, innovazione così attesa da aggiudicarsi il Solar Start-Up Award 2023, il riconoscimento conferito da SolarPower Europe, che ogni anno premia le giovani imprese che meglio si distinguono in innovazione e sviluppo tecnologico in grado di fronteggiare le sfide che la rivoluzione energetica impone.

L’impresa vincitrice di quest’anno si chiama Enernite, è una start-up norvegese e il suo CEO e co-fondatore, Fredrik Moger, ha così commentato il riconoscimento, ritirato lo scorso venerdì 17 marzo: “Siamo onorati di ricevere il Solar Start-Up Award al SolarPower Summit di quest’anno. La competizione con le migliori start-up europee e le discussioni con i responsabili politici e i leader del settore ci ispirano. Siamo motivati a continuare a spingere per costruire un’azienda che trasformi il settore energetico”. Ed è proprio l’obiettivo del premio, assegnato dal CEO di SolarPower Europe  Walburga Hemetsberger, che nel suo intervento ha spiegato: “L’industria solare ha una tradizione di talentuosi innovatori che promuovono la tecnologia in modi creativi e inventivi. Il vincitore del Solar Start-Up Award di quest’anno non è diverso […] Siamo lieti di riconoscere il contributo di Enernite nel portare avanti il settore e mostrare il potenziale infinito del solare”.

Una piattaforma che rende il fotovoltaico più facile

L’innovazione che ha portato alla premiazione di Enernite è una nuova piattaforma digitale per sviluppatori di impianti solari, grazie alla quale entrano in rete con diverse banche di informazioni e possono trovare le migliori opzioni per realizzare i propri progetti.

Lo strumento è concepito per essere flessibile, consente la visualizzazione di dati geospaziali su larga scala, con funzioni molto rapide. La mappa è in grado di analizzare e confrontare diversi siti mettendo a confronto una serie di fattori che incidono nelle performance di un impianto fotovoltaico, come le connessioni alla rete, il collegamento con le strade di accesso e la necessaria analisi ambientale, attraverso operazioni GIS.

Un suo utilizzo possibile, ad esempio, è verificare l’eventuale presenza di vincoli edilizi o altri generi di ostacoli che possono creare problemi di installazione in determinate aree, così come sottostazioni circostanti che possono supportare nel creare i migliori percorsi per le connessioni alla rete. Lo strumento è pensato per rendere facile l’installazione di un impianto di fotovoltaico perché identifica preventivamente i rischi e individua soluzioni per mitigarli, ricalcola le tempistiche o ridestina le risorse.