Dal gigante spagnolo dell’energia la prima batteria di accumulo in scala utility

61
naturgy

La società energetica spagnola Naturgy ha completato la costruzione del primo sistema di accumulo in scala utility nell’Australian Capital Territory

Il gigante energetico spagnolo Naturgy ha appena completato la costruzione del primo sistema di accumulo di energia in scala utility. Il progetto, realizzato nell’Australian Capital Territory, è in grado di accumulare 20MWh e verrà usato per sostenere la rete elettrica della regione Queanbeyan, in collaborazione con la società locale TransGrid.

Batteria di accumulo in scala utility: un pregetto significativo

La batteria è stata sviluppata dalla filiale locale di Naturgy, la Global Power Generation, una società la cui proprietà è in parte legata alla  Kuwait Investment Authority, che ha ricevuto dal governo dell’ACT l’incarico di costruire il parco eolico Berrybank 2, nelle pianure occidentali del Victoria, che sarà in grado di produrre 107MW.

Il Sistema di accumulo a batteria (BESS) progettato da Naturgy è il primo impianto di tale portata in tutto il mondo. A esso seguirà la costruzione di una batteria da 50MW/ 220MWh, nell’ambito progetto ibrido di solare e stoccaggio Cunderlin solar and battery, acquisito dall’impresa nello scorso settembre. Il progetto sarà realizzato in Australia e prevede la prima batteria solare “dc-coupled”, in grado di accumulare l’energia prodotta perché poi venga immessi in rete nelle fasce in cui i costi sono più elevati: l’idea è spostare l’utilizzo del solare nel picco serale.

Secondo Naturgy questo tipo di tecnologia consentirà di integrare l’utilizzo di energia rinnovabile nella rete di Canberra, accumulando energia nei momenti di massima produzione.

Global Power Generation si dice soddisfatta del lancio: “[Questa batteria è] un passo importante verso il rafforzamento della nostra presenza internazionale e il nostro contributo alla transizione energetica”, ha detto il direttore generale di GPG Francisco Bustío. “Siamo molto lieti che il governo dell’Australian Capital Territory si sia affidato a noi per sviluppare questo importante progetto e speriamo di poter continuare a lavorare insieme da qui in poi.”

L’impresa fornisce a Naturgy un portfolio molto ampio di parchi eolici in Australia, con piani di crescita che prevedono di decuplicare la portata della sua azione nei prossimi tre anni, arrivando alla produzione di 2.2GW.

Una filiera tutta spagnola

Le infrastrutture e le tecnologie utili a realizzare il sistema di accumulo in scala utility provengono da un’altra impresa spagnola, la Ingeteam, che nel 2021 ha avuto l’incarico di occuparsi delle attrezzature del parco solare del New England.

Per l’impresa in questo caso si tratta del primo progetto di stoccaggio di scala tanto ampia in Australia: “Questo progetto è stata una vera sfida per noi, in quanto ha coinvolto la fornitura completa (centrali elettriche, contenitori di batterie, sistema di controllo, ecc.) per un progetto sviluppato negli antipodi, in un contesto molto complicato a causa delle numerose restrizioni poste dalla pandemia,” ha dichiarato José Antonio Unanue, direttore dell’azienda BESS di Ingeteam.

“Il progetto non avrebbe potuto essere completato senza il contributo essenziale della nostra filiale in Australia. Ecco perché nel settore BESS siamo molto soddisfatti e orgogliosi di averlo portato a buon fine con successo.”

Articolo liberamente tratto da Reneweconomy

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui