Il fotovoltaico italiano nel rapporto del GSE

108
fotovoltaico GSE

Alla fine del 2021 c’erano oltre 22 GW di potenza installata.

Quanti sono gli impianti fotovoltaici in Italia? Dove sono collocati? E quanto riescono a produrre in un anno? A queste domande risponde ancora una volta il rapporto statistico del GSE, documento che annualmente fa il punto su numerosità, potenza e produzione del fotovoltaico italiano; con approfondimenti specifici in merito alle dimensioni dei pannelli, la tipologia di installazione, il settore di attività, l’autoconsumo e le ore di utilizzazione. Si copre così che a fine 2021 risultavano attivi ben 1.016.000 impianti, 80mila in più rispetto al 2020. I nuovi sistemi entrati in esercizio hanno incrementato la capacità installata a livello nazionale di 938 MW, portando la potenza cumulata totale a quota 22,59 GW.

La produzione fotovoltaica registrata nel 2021 è stata invece di 25.039 GWh, valore appena superiore a quello osservato nel 2020 (+0,4%) per effetto di una radiazione solare al suolo decisamente più contenuta. Ma nel complesso il solare ha offerto circa il 22% della generazione nazionale verde.

Fotovoltaico in Italia, la piccola taglia oltre il 90%

I dati del GSE riflettono ancora una situazione complessiva pre-semplificazioni governative. Se si analizza più da vicino il report, infatti, i sistemi di piccola taglia (≤ 20 kW) emergono come le vere leve della crescita. E oggi costituiscono il 93% del totale in termini di numerosità e il 23% sul fronte della potenza.

Un trend che ha dirette conseguenze anche dati di occupazione del suolo. Alla fine del 2021 la potenza degli impianti fv installati a terra ammontava al 36% del totale nazionale, con un incremento dello 0,7% rispetto all’anno 2020. La restante quota è tutta a carico dei sistemi non a terra (installazioni su edifici, serre, pensiline, ecc.) cresciuti invece del 6,5% in un anno.

Il documento offre anche uno spaccato territoriale, riconfermando la Lombardia come la regione con il maggior numero di impianti fotovoltaici in Italia (oltre 160.000). Segue il Veneto (circa 148.000 impianti), l‘Emilia Romagna (105.938) e il Piemonte (70.400). La Puglia invece è ancora il primo territorio per capacità totale installata con quasi 3 GW di fotovoltaico attivi (13,0% del totale nazionale). Nella stessa regione si osserva anche la dimensione media degli impianti più elevata (50 kW).

“Più in generale – scrive il GSE in una nota stampa – la potenza complessivamente installata in Italia a fine 2021 si concentra per il 45% nelle regioni settentrionali, per il 37% in quelle meridionali, per il restante il 18% in quelle centrali”.

Autoconsumo fotovoltaico, i dati 2021

Tra i dati interessanti, quelli riguardanti la tecnologia. In Italia il 69,8% della capacità fotovoltaica installata è legata a celle in silicio policristallino, il 24,7% in silicio monocristallino e il 5,5% in film sottile, silicio amorfo o altri materiali. Un capitolo a sé lo merita l’autoconsumo. Secondo il rapporto del GSE, lo scorso anno gli autoconsumi ammontano a 5.179 GWh, un valore pari al 20,6% della produzione complessiva degli impianti fotovoltaici in Italia. I risultati migliori? Arrivano dai settori industriale e terziario, che hanno raggiunto percentuali rispettivamente del 62% e del 53% di energia autoconsumata sul totale di quella prodotta.

Tratto da Rinnovabili.it

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui