Pubblicate le linee guida su fotovoltaico e biodiversità

100
solar power europe

Le linee guida di Solarpower Europe sono una cassetta per gli attrezzi che offre al settore fotovoltaico le istruzioni essenziali per tutelare la biodiversità

Energia pulita e tutela della biodiversità: le linee guida pubblicate da Solarpower Europe indicano le migliori buone pratiche per la tutela degli ecosistemi e l’utilizzo efficiente dei suoli, illustrando le norme ambientali europee e la loro interazione con i progetti di sviluppo del fotovoltaico.

Come identificare i terreni adatti? Quali opportunità ambientali e quali sfide impone l’implementazione solare? Il rapporto scandaglia una serie di esempi virtuosi, come i progetti a doppio uso del suolo, fotovoltaico galleggiante o agriPV.

Walburga Hemetsberger, CEO di solarpower Europe, ha commentato: “Il solare sta crescendo in modo esponenziale e stiamo lavorando per raggiungere un obiettivo minimo di 750 GW EU entro il 2030. È fondamentale accelerare la diffusione dell’energia solare con impegni solidi a tutela della biodiversità. Queste linee guida offrono al settore solare un prezioso strumento per sostenere la conservazione della natura e migliorare la biodiversità.”

Fotovoltaico e biodiversità: una cassetta degli attrezzi per gli addetti ai lavori

‘Solar, Biodiversity, Land Use: Linee guida per le migliori pratiche’ è stato presentato da Solarpower UE durante il primo evento annuale “Sustainable Solar Europe a Bruxelles”, voluto da Intersolar Europe e solarpower Europe per mettere insieme la comunità europea che si occupa di solare e discutere temi critici, opportunità e sfide del settore.
Il documento illustra come una concezione responsabile verso la biodiversità nello sviluppo del fotovoltaico possa essere uno strumento di ulteriore protezione, miglioramento e ripristino degli ecosistemi, ma è anche un toolkit pratico, che fornisce un quadro completo sulle normative ambientali attualmente in vigore in Europa, con gli esempi di una serie di casi studio di applicazione delle norme comunitarie in diversi Stati membri. Tra questi c’è il parco solare fotovoltaico BayWa r.e. Spitalhöfe in Germania, un impianto ibrido (tra i primi del paese) che ospita aree fiorite per far aumentare il numero di specie impollinatrici selvatiche.

Il documento inoltre mostra ai produttori come raggiungere gli obiettivi UE di 750GWdc entro il 2030 in maniera sostenibile, per rispondere all’emergenza energetica e agli impegni assunti dalla Commissione di svincolare l’Unione dalla dipendenza dai combustibili russi.

Una parte del rapporto infine illustra come scegliere i terreni adatti ai progetti solari industriali, dando raccomandazioni come prediligere i terreni artificiali, impegnarsi in progetti di agricoltura a doppio uso del suolo, evitare zone naturali umide e foreste.

Il coinvolgimento di BirdLife

La stesura delle linee guida su fotovoltaico e biodiversità ha visto il coinvolgimento di diversi attori attivi in questo campo. In particolare BirdLife, tra i co-autori della relazione, ha portato il proprio apporto di competenze e conoscenze sulla conservazione degli uccelli.

Ariel Brunner, Vice Direttore e Capo della Politica di BirdLife Europa, Asia Centrale, ha commentato; “Le fattorie solari sono efficienti e giocheranno un ruolo chiave nel limitare il riscaldamento globale. Se sono situati, progettati e mantenuti correttamente, possono anche offrire l’opportunità di ripristinare la biodiversità. Ciò crea una situazione ideale per affrontare sia le crisi climatiche che quelle legate alla biodiversità.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui