Energia solare, l’Italia superata dai vicini

893
ember rapporto energetico europa


L’Italia è stata uno dei primi leader nel settore dell’energia solare in Europa, ma rischia di essere lasciata indietro.

Lo rivela un rapporto pubblicato oggi dal think tank sull’energia di Ember: la crescita iniziale dell’energia solare in Italia è ora stagnante, questo ha comportato il superamento da parte della Spagna.

Quando la crisi dei prezzi del gas ha colpito l’Europa nel 2021, la Spagna è stata in grado di ottenere un’enorme riduzione all’utilizzo del suo gas rispetto al 2019 (-18%), mentre l’Italia non ha subito variazioni.

Nel 2021, l’energia solare ha fornito il 7,8% della domanda di elettricità dell’Italia, mettendola dietro a paesi europei del sud: Cipro (9,7%), Spagna (9,5%) e Grecia (9,1%). E anche del nord: Paesi Bassi (9,5%) e Germania (9,1%) – erano davanti all’Italia nella generazione da solare, nel 2021.

In termini assoluti, nel 2021 la Germania era il maggiore produttore di energia solare dell’UE (51 TWh), seguita dalla Spagna (26 TWh) e poi dall’Italia (25 TWh).

La crescita solare in Italia è rallentata

L’Italia ha guidato l’UE nell’energia solare fino al 2015, facilitata dal sostegno degli incentivi governativi nei primi anni 2010. Tuttavia, da allora, ha visto una crescita molto ridotta ed è scivolato verso il basso.

Classifica solare europea.

Il rapporto rileva che la crescita del solare italiano dal 2019 al 2021 (+7%, +2 TWh) è stata ancora più lenta, anche rispetto alla Polonia (+451%, +3 TWh). Nello stesso periodo, la Spagna ha quasi raddoppiato la produzione solare da 15 TWh a 26 TWh. Più a nord, la crescita dell’Europa, generazione da solare, è stata trainata dai Paesi Bassi (+6 TWh / +115%). Presi insieme, Spagna e Paesi Bassi rappresentano la metà della crescita solare in Europa dal 2019.

Ci sono segnali che il potenziale solare dell’Italia potrebbe sbloccarsi. Il Governo italiano sta cercando di snellire il processo di pianificazione, che in precedenza ha causato ritardi, rallentamenti e blocchi. Il ministro italiano per la transizione ecologica, Roberto Cingolani, ha aumentato l’obiettivo per il 2030 delle rinnovabili, il che probabilmente significherà un aumento dell’obiettivo del 24% di elettricità solare entro il 2030. In confronto, la Spagna prevede il 30%.

Con la crisi del gas destinata a continuare nei prossimi anni, non c’è mai stato un momento migliore per accelerare la transizione verso un’energia più economica e più pulita.

L’analisi di Ember, sulla scia di la crisi del gas, ha scoperto che ora è tre volte più economico generare elettricità da nuovo eolico e solare fotovoltaico onshore in Italia, che da impianti a gas fossili esistenti.

L’Italia dipendente dal gas è scossa dalla crisi dei prezzi

I prezzi dell’elettricità all’ingrosso in Italia sono quasi triplicati nell’ultimo anno, e l’analisi Ember ha mostrato che la grande maggioranza di questo aumento può essere attribuita all’impennata dei prezzi del gas.

Poiché i prezzi del gas sono aumentati vertiginosamente in tutta Europa, molti paesi europei hanno fatto affidamento sulla crescita delle energie rinnovabili per ridurre la loro dipendenza dal gas fossile. Le maggiori cadute di consumo di gas dal 2019 sono state
viste in Olanda (-24% / -17 TWh) e Spagna (-18% / -15 TWh), i due paesi con la crescita più forte nella generazione rinnovabile.

Tuttavia, l’Italia è rimasta la più grande economia dipendente dal gas in Europa: nel 2021 ha fatto affidamento sul gas fossile per il 48,5% della sua energia elettrica nel 2021, quasi invariato rispetto a prima della crisi nel 2019 (48,6%). L’Italia importa la maggior parte del suo gas dalla Russia, aumentando i rischi all’aumentare delle tensioni geopolitiche.

L’energia elettrica rinnovabile offre una soluzione per aumentare la sicurezza energetica dell’Italia.

“L’Italia ha dormito mentre i suoi vicini erano impegnati a costruire”, ha detto
Charles Moore, protagonista europeo di Ember. “La continua dipendenza dell’Italia dai combustibili fossili significa essere esposti al rischio della crisi mondiale del gas. Ma non è troppo tardi per cambiare rotta. L’Italia potrebbe essere ancora leader nel solare in Europa. È tempo di raddoppiare gli sforzi sulle energie rinnovabili nostrane; i benefici
all’economia e al clima sono ogni giorno più chiari”.

Ember è un think tank indipendente e senza fini di lucro, su clima ed energia, che fa ricerca all’avanguardia su politiche valide e ad alto impatto, che mirano ad accelerare il
transizione globale dal carbone all’elettricità pulita.

A proposito di questo rapporto:
L‘ European Electricity Review analizza i dati sulla produzione di elettricità del 2021,
dei paesi dell’UE-27, per comprendere i progressi della regione, nella transizione dai combustibili fossili all’elettricità pulita. È la sesta relazione annuale sul settore energetico dell’UE pubblicata da Ember (precedentemente Sandbag).

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui