Quinbrook avvia la costruzione del più grande impianto solare + accumulo del Regno Unito

284
inghilterra impianto solare accumulo
Foto di James Jang da Pixabay

Quinbrook Infrastructure Partners (“Quinbrook”), un gestore di investimenti globale specializzato focalizzato esclusivamente sulle infrastrutture necessarie per la transizione energetica, annuncia l’inizio della costruzione di Cleve Hill, il più grande impianto fotovoltaico autorizzato del Regno Unito (373 MW) + accumulo di batterie (>150 MW). 

Situato nel Kent, questo progetto di energia rinnovabile dovrebbe essere completamente completato entro la fine del 2024. Cleve Hill Solar Project porterà come indotto oltre 2.300 posti di lavoro, genererà 148 milioni di sterline di benefici socio-economici locali e farà progredire il Regno Unito verso i suoi obiettivi Net Zero.

Rory Quinlan, Co-fondatore e socio amministratore di Quinbrook,ha dichiarato: “Gli alti prezzi dell’energia, l’instabilità geopolitica e gli ambiziosi obiettivi Net Zero del Regno Unito stanno mettendo a fuoco la necessità critica di accelerare la costruzione della prossima generazione di infrastrutture per la transizione energetica nel Regno Unito. raggiungere gli imperativi di decarbonizzazione della transizione energetica in tutto il mondo e stiamo facendo del nostro meglio per creare un progetto per la realizzazione di altri progetti qui nel Regno Unito. Altrettanto importante, ci impegniamo a farlo in un modo che abbia un vero impatto nel sostenere i posti di lavoro e offrire una serie di vantaggi tangibili alla comunità locale

Il progetto solare di Cleve Hill ha ottenuto l’autorizzazione allo sviluppo nel maggio 2020 dal Dipartimento britannico per le imprese, l’energia e la strategia industriale (BEIS) ed è stato il primo del suo genere ad essere approvato come progetto infrastrutturale di importanza nazionale. Si prevede che Cleve Hill genererà energia rinnovabile sufficiente ogni anno per soddisfare il fabbisogno energetico di oltre 100.000 case nel Regno Unito e contribuire a ridurre le emissioni di carbonio di 164.450 tonnellate all’anno. 

L’enorme portata del progetto è destinata a fornire un contributo significativo al miglioramento della sicurezza energetica per il Regno Unito e all’ulteriore decarbonizzazione della rete elettrica, contribuendo a far progredire il viaggio del paese verso Net Zero.
Nel luglio 2022, Quinbrook ha annunciato il successo dell’aggiudicazione di un contratto per differenza (“CfD”. Un CfD è un accordo contrattuale a lungo termine tra un gestore di impianto di elettricità a basse emissioni di carbonio e la Low Carbon Contracts Company (LCCC), progettato per fornire al gestore dell’impinato la certezza del prezzo per tutta la durata del contratto.) di 15 anni nell’ultima asta di allocazione CfD del Regno Unito, per sostenere il finanziamento del progetto. Questo è stato il più grande finanziamento ricevuto da un progetto solare del Regno Unito, come parte del più grande round di investimenti mai visto del programma di aste del governo britannico, che ha l’obiettivo di aiutare a ridurre i prezzi dell’energia nel Regno Unito e aumentare la sicurezza energetica.

Il CfD è indicizzato annualmente al CPI (anno base 2012) e consente al progetto di beneficiare del contesto di alta inflazione prevalente. I contratti completamente indicizzati all’inflazione offerti dal CfD, sono esempi pertinenti della protezione contro l’inflazione che Quinbrook cerca dai suoi investimenti.

Si prevede che Cleve Hill sosterrà oltre 2.300 posti di lavoro diretti e indiretti durante la durata del progetto e genererà più di 148 milioni di sterline in benefici socio-economici locali di indotto. Creare opportunità di coinvolgimento per i fornitori di servizi e beni, per le aziende locali è una priorità di Quinbrook, insieme alla possibilità per i residenti locali di accedere alle opportunità di lavoro associate alla costruzione e alle operazioni. Le organizzazioni di ricerca sono inoltre incoraggiate ad accedere alle informazioni relative al progetto per utilizzarle come big data per la ricerca tecnica e l’innovazione nel settore delle energie rinnovabili.

Cleve Hill ha anche dedicato 138 acri alla gestione dell’habitat, progettato in collaborazione con Natural England, Kent Wildlife Trust, RSPB e l’Agenzia per l’ambiente, che aggiungerà più di 3,5 km di schermatura di siepi autoctone in tutto il sito e cercherà di fornire un guadagno netto di oltre il 65% in biodiversità.

Il finanziamento del progetto da parte di un gruppo eterogeneo di istituti di credito è iniziato con un forte interesse ricevuto dato l’elevato profilo delle entrate contrattuali del progetto stesso e i benefici della copertura contro l’inflazione. La selezione dei finanziatori privilegiati e il completamento del finanziamento del debito sono previsti nei prossimi mesi.

Focalizzato sul “Net Zero” del Regno Unito

Quinbrook si concentra sulle opportunità derivanti dall’accelerazione della transizione energetica per decarbonizzare il sistema energetico del Regno Unito entro il 2035. Con oltre 20 GW di impianti termici obsoleti rottamati in questo decennio e significativi investimenti di capitale a lungo termine in nuove infrastrutture per la fornitura di energie rinnovabili, sarà necessaria strutturare la rete e le attività correlate. Quinbrook vede la necessità di nuove infrastrutture e i servizi di supporto alla rete, come un’importante opportunità per fornire un impatto ESG misurabile alla creazione e ottimizzazione degli asset.